PomiglianoToday

A Brusciano la festa del Tre della Croce

Ad esibirsi il cantante e attore Franco Allocca con stornelli, balli, strofe musicali e aneddoti di vita popolare

Nel centro storico di Brusciano, in via Giovanni Esposito, che nella memoria popolare è indicata come “O’ Viculo Casarummano”, c’è una Croce in legno, messa dai Frati Francescani in missione evangelica nel lontano 1884 come simbolo di protezione dal colera, che all’epoca si diffondeva in tutto il regno e che, con pause e ritorni di focolai infettivi, resistette fino al 1887.

A Brusciano nell’anno 1999 “A’ Croce e’ Casarummano”, venne restaurata per opera del maestro Giovanni Ortica, attivato su commissione dell’allora Sindaco di Brusciano, il dottore Salvatore La Gatta. 

In passato, nel giorno del 3 di maggio, era usanza andare in visita al Santuario della Madonna di Castello sul Monte Somma e poi, proseguire verso la Croce posta sulla cima del monte, a Punta Nasone, a 1131 metri di altezza, dal quale si poteva contemplare il Vesuvio.

 Nel ricordo dell'evento, il 3 maggio scorso, l’antico borgo di Brusciano, è stato rivitalizzato con luminarie ed addobbi grazie al contributo della popolana Maria Spizuoco “A Patanella”, dai soci della “Prima Sezione Fujenti” e dal Presidente Felice Di Maiolo “O’ Paller. Molta la collaborazione dei residenti storici che hanno partecipato alla “Festa del Tre della Croce”, ballando e cantando intorno alla coinvolgente azione canora e teatrale di Franco Allocca in arte “Red”, il quale si è avvalso delle animatrici Marcella e Rosa nel lancio di stornelli e balli, di strofe musicali e di aneddoti di vita popolare, di cabaret e memoria televisiva.
 
Il sociologo Antonio Castaldo, ospite speciale della serata, ha cercato di coinvolgere le giovani generazioni a prendere coscienza delle proprie radici e della propria storia, rivivendo attraverso le feste popolari la propria tradizione cittadina.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento