Pomigliano Today

Pomigliano: la Fiat "impacchetta" le auto dei dipendenti che sono di altre marche

Ecco la campagna di marketing interna dell'azienda: un telo di cellophane e un cuore spezzato con un messaggio che invita ad acquistare auto del gruppo con i nuovi incentivi previsti per i dipendenti

Auto impacchettate a Mirafiori - foto Ida Di Martino (twitter)

Due giorni fa a Mirafiori, quello seguente anche allo stabilimento "Giambattista Vico" di Pomigliano: la Fiat impacchetta le auto dei dipendenti prodotte da altre case automobilistiche.

E' la nuova campagna di marketing interna dell'azienda: un telo di cellophane e un cuore spezzato su una trentina di vetture per invitare ad acquistare auto del gruppo con i nuovi incentivi previsti per i dipendenti, mentre sul parabrezza delle auto "di casa" un cuore intero e i ringraziamenti.

Come riferisce la Repubblica di Napoli, tra gli operai di Pomigliano c'è chi ha preso la cosa col sorriso e si è divertito e chi, invece, non l'ha digerita.

Il sindacato Slai Cobas, riferisce il quotidiano,  avrebbe già annunciato una denuncia per mobbing e violenza privata. Diversa invece la posizione del Fim, secondo cui si tratta di una trovata pubblicitaria paragonabile a quelle messe in campo da altri marchi.


 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Diana
    Diana

    Comprare italiano?Un'azienda che di italiano ha soltanto il nome,visto che le fabbriche sono in Polonia e il fatturato in Svizzera!

  • Avatar anonimo di massimo
    massimo

    Chi l ha presa brutta è un traditore!!!!!!Comprate ITALIANO .COGLIONI

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uccisero un imprenditore 25 anni fa: arrestati esponenti del clan dei casalesi

  • Cronaca

    "Lettera ai camorristi che stanno pensando alla vendetta"

  • Cronaca

    Centro antico, area pedonale fino al 30 giugno 2018: il nuovo dispositivo di traffico

  • Cronaca

    Estate senz'acqua: l'allarme per 16 comuni del Napoletano

I più letti della settimana

      Torna su
      NapoliToday è in caricamento