PomiglianoToday

Mariglianella: l'amministrazione ricorda Manganelli

Il capo della polizia è morto il 20 marzo a Roma dopo una lunga malattia

Mariglianella

Il Sindaco di Mariglianella, Felice Di Maiolo, assessori e consiglieri comunali, con il Segretario Comunale, dott.ssa Rosa Pizza, la Polizia Municipale e tutti i dipendenti comunali, rendono omaggio alla memoria del compianto Capo della Polizia, dott. Antonio Manganelli,  morto il 20 marzo a Roma dopo una lunga malattia.


L’Amministrazione Comunale di Mariglianella ha disposto l’apposizione della bandiera a mezz’asta sulla Casa Comunale esprimendo le proprie condoglianze alla famiglia Manganelli ed alla Polizia di Stato a capo della quale il dott. Manganelli era stato nominato dal Consiglio dei Ministri il 25 giugno del 2007.    


Il Capo della Polizia era nato ad Avellino l’otto dicembre 1950, laureato all’Università di Napoli “Federico II” in Giurisprudenza e specializzato in Criminologia all’Università di Modena. In quest’ultimo quarantennio ha lavorato in ambito investigativo con particolare attenzione ai sequestri di persona e poi in quello dell’antimafia dove maturò la stima dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

 Il dott. Antonio Manganelli ha ricoperto il ruolo di direttore del Servizio Centrale di Protezione dei collaboratori di giustizia, poi dello Sco (il Servizio Centrale Operativo) e divenne prima Questore di Palermo, nel 1997, e poi di Napoli, nel 1999. La sua brillante carriera nelle istituzioni dello Stato proseguiva con la nomina, da parte del Consiglio dei Ministri, a Prefetto di Prima Classe, nel 2000, ricoprente l’incarico di direttore centrale della Polizia Criminale e vice direttore generale della Pubblica Sicurezza. Il 3 dicembre 2001 divenne vice direttore generale della Pubblica Sicurezza con funzioni vicarie. Nel 2007 la nomina a Capo della Polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento