Pomigliano Today

Inquinava e rubava energia elettrica: sequestrata officina

L'operazione dei carabinieri è avvenuta a Pomigliano D'Arco, sulla masseria Chiavettieri. Tra le tante irregolarità riscontrate lo scarico di acque inquinate direttamente nelle fogne

Carabinieri

A Pomigliano i carabinieri hanno stamane ispezionato un'officina su via Masseria Chiavettieri: la mole di irregolarità riscontrate ha portato alla denuncia – per violazione delle norme per la tutela dell'ambiente, e altro – i due titolari di 39 e 62 anni.

Innanzitutto i militari hanno constatato che lo smaltimento delle acque nere e reflue avveniva direttamente nelle fogne, senza alcun passaggio attraverso le obbligatorie vasche di decantazione. Inoltre, nell'officina, sono stati rinvenuti rifiuti speciali e pericolosi tra cui batterie esauste, pezzi di motore, oli usati e parti meccaniche.

Ma le irregolarità riscontrate non riguardavano solo la violazione di norme sull'ambiente. Era stato manomesso il contatore dell'energia elettrica (grazie ad un magnete), e nella zona destinata all'ufficio sono state ritrovate numerose polizze assicurative contraffatte. L'intera struttura è stata sequestrata.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Uccisero un imprenditore 25 anni fa: arrestati esponenti del clan dei casalesi

    • Cronaca

      "Lettera ai camorristi che stanno pensando alla vendetta"

    • Cronaca

      Centro antico, area pedonale fino al 30 giugno 2018: il nuovo dispositivo di traffico

    • Cronaca

      Estate senz'acqua: l'allarme per 16 comuni del Napoletano

    I più letti della settimana

        Torna su
        NapoliToday è in caricamento